Egitto:alla scoperta delle sinagoghe perdute

Il Cairo: interno della sinagoga Ben Ezra

Il Cairo: interno della sinagoga Ben Ezra


“Egitto:alla scoperta delle sinagoghe perdute”, l’analisi di Moment Research Consultancy 

L’Egitto ha avviato la catalogazione delle Antichità giudaiche nel tentativo di proteggerle da furti e abbandono. E un passo avanti importante per la conservazione e la valorizzazione della memoria del patrimonio ebraico. Ancor più significativo perché avviene in un Paese a stragrande maggioranza musulmana.

«Le Antichità giudaiche sono sempre state considerate patrimonio culturale dell’Egitto e appartengono a tutto il mondo non soltanto a noi egiziani»; per questo Saeed Helmy, il capo del dipartimento dei Monumenti islamici e copti presso il ministero delle Antichità, lancia un appello a tutti i Paesi perché aiutino finanziariamente l’Egitto a preservare le antichità. Oggi, delle tante sinagoghe costruite dagli ebrei in Egitto ne rimangono dieci al Cairo e quella di Eliahu Hanavi ad Alessandria. Al loro interno sono conservati migliaia di manoscritti che documentano la storia della comunità insieme ai registri di nascita e di matrimonio degli ebrei egiziani. Molte sinagoghe nel cuore del Cairo sono visitate da turisti e studiosi, in particolare Ben Ezra, Ashkenazi e Sha’ar Hashamayim. La sinagoga di Ben Ezra al Fu-stat (il Cairo vecchio), è la più antica ancora esistente nel Paese e la sua ghenizah (la parte destinata a servire da deposito) conserva 28o mila frammenti datati per la massima parte fra il 1028 e il 1266, che formano una delle più importanti documentazioni dell’attività commerciale e della vita sociale dell’ebraismo in Egitto e che testimoniano anche l’esistenza di società miste ebraicoislamico-cristiane in un clima di sostanziale tolleranza garantito dal regime ismailita dei Fatimidi del Cairo tali da obbligare a una riscrittura della storia economica dei secoli Ix, x e xi. I testi — redatti in ebraico, arabo, giudeo-arabo, giudeo-persiano e aramaico su diversi supporti, dalla carta al papiro, al tessuto e alla pergamena — comprendono anche traduzioni della Bibbia, copie della Torah, grammatiche ebraiche e commentai del Tanakh. Questo ritrovamento fortuito nella ghenizah della sinagoga del Fustat si deve al fatto che le opere ebraiche che trattano argomenti religiosi una volta diventate inutilizzabili devono essere sotterrate in un cimitero. Quando questo non avviene è categoricamente proibito distruggerle se compare uno dei sette nomi sacri di Dio, comprese le lettere personali e i contratti legali che si aprono con un’invocazione a Dio. Il Fu-stat è anche il luogo dove si trova la prima moschea, Amr ibn al-As, costruita in Egitto nel 642, ed è pure il luogo dove sono state edificate le più antiche chiese copte, tra le quali la famosa chiesa detta La Sospesa. La sinagoga Ashkenazi che si trova in Attaba el Khadra Square, costruita nel 1887, ha bisogno di una manutenzione completa, oltre a lavori di ristrutturazione dei suoi pavimenti e delle pareti. Gli ebrei ashkenaziti, provenienti dall’Europa orientale, hanno fondato nel Paese la loro comunità nel 1865 e hanno rappresentato circa l’8 per cento di tutti gli ebrei d’Egitto. Negli anni Quaranta la sinagoga è stata oggetto di atti di vandalismo, fu saccheggiata e incendiata. Venne ricostruita nel 1950; a inaugurarla fu Liscovitch, un gioielliere del Cairo, in quegli anni il capo di quella comunità. Significativo fu che l’Arca Santa di questa sinagoga ashkenazita fosse ornata con una tenda del xvtt secolo proveniente dalla sinagoga perduta nota come “Torkiya” che si trovava a el Haret Yahoud (il quartiere dei Giudei) tra i brulicanti, al tempo, mercati di Mousky e il bazar di Khan el Khalili. La sinagoga Sha’ar Hashamayim (Porta del Cielo) si trova al numero 17 di Adly Street nel quartiere Ismailia della capitale cairota. Costruita nel 1899, ricorda nello stile gli antichi templi egizi e allora era il più grande edificio che si affacciava sul viale. E una sinagoga sefardita, ma molti ebrei ashkenaziti erano membri della sua congregazione e hanno contribuito alla sua costruzione e manutenzione. Oggi, nonostante il loro piccolo numero, i membri della comunità ebraica in Egitto continuano a curare e a valorizzare il patrimonio ebraico. Incessante in tal senso è l’impegno di Magda Haroun, attuale presidente della comunità ebraica egiziana, che in una recente intervista al quotidiano «Al-Youm al-Sabeh» aveva lamentato le mancate promesse dei funzionari egiziani responsabili della documentazione e del restauro degli edifici ebraici. Ma Magda Haroun, nota in Egitto per la sua tenacia, si è rivolta al presidente Abdel Fattah al-Sisi chiedendo un suo intervento affinché i responsabili avviassero un progetto per preservare questo patrimonio culturale, soprattutto dopo che infiltrazioni d’acqua avevano danneggiato le pareti di alcune sinagoghe. «Sono consapevole delle priorità di questo Paese e delle grandi responsabilità che il presidente al Sisi deve fronteggiare, ma sono stata costretta a rivolgermi a lui per cercare di preservare questo grande patrimonio», ha detto Haroun. E al Sisi pare avere accolto la richiesta di aiuto con l’annuncio fatto dal ministero della nascita di un comitato speciale per fare il punto sulle Antichità giudaiche nelle sinagoghe e per catalogarle. E la prima volta che il ministero ha cominciato a registrare i beni ebraici dopo molti anni di abbandono. Fino a oggi — ha detto Ahmad Abd al-Majid Hammad, membro di questo nuovo comitato — sono stati registrati sessanta pezzi della sinagoga al Moussa al-Dar’I, che è stata costruita nel 1925. Le antichità comprendono 32 scatole contenenti rotoli della Torah, oltre a un paio di tende con disegni, decorazioni e la stella di David. Inoltre sono stati catalogati anche una cornice in metallo e manufatti in legno. Helmy, che guida il comitato, ribadisce che il ministero intende trattare allo stesso modo le antichità islamiche, copte e giudaiche e che non saranno permesse discriminazioni nei confronti di nessuno di questi monumenti. «La prova migliore che il ministero delle Antichità si preoccupa del patrimonio ebraico è che nel 2010 abbiamo finito di restaurare la sinagoga Maimonide a Jamaliyyah street a Midtown per un costo di 8,5 milioni di lire egiziane, quasi 950 mila dollari. Sono stati restaurati l’ingresso, il pavimento e tutte le antichità presenti al suo interno. Per la prima volta poi, la sinagoga è stata inserita sulla lista dei monumenti da visitare in Egitto. E un risultato senza precedenti e dimostra che il ministero dà grande attenzione ai monumenti ebraici in Egitto e cerca di preservarli, oltre a renderli attrazioni turistiche di cui i visitatori possono godere». La sinagoga di Jamaliyyah street (così come la yeshiva adiacente) risale al xtx secolo ed è stata costruita in onore di Maimonide (Moses Ben Maimon). Nato in Spagna nel 1138, il rabbino-filosofo e medico visse al Cairo dove morì nel 1204, dopo avere acquisito grande fama non solo nel mondo ebraico, ma anche in quello cristiano e in quello islamico del tempo. Fu anche medico del Saladino. Dopo la sua morte, ebrei e arabi hanno attribuito virtù miracolose alla sua yeshiva, la scuola nella quale parlava ai suoi allievi. Questo piccolo edificio nel cuore di quello che fu il quartiere ebraico del Cairo, l’Haret Yahoud, attirava malati provenienti da tutte le comunità in cerca di guarigione. La sua sinagoga divenne un’importante meta di pellegrinaggio tanto che lo stesso re Fuad vi volle trascorrere una notte per vincere le malattie che lo affliggevano. Ma tante sono le sinagoghe, alcune soltanto ricordate dai documenti come la sinagoga irachena (degli ebrei babilonesi) e quella dei Caraiti al Fustat. O come la sinagoga El-Ostaz, detta anche Kenisseth Al-Masriyin (la sinagoga degli egiziani), perché la sua preghiera rituale era fatta dagli antichi ebrei autoctoni d’Egitto, distrutta nel 1975. Altre ancora oggi esistenti, tra le quali quella al numero 16 di el Sakalibah street, costruita nel 1905 dalla grande famiglia di banchieri Mosseri, e quella del rabbino cabalista Hairn Capoussi, al numero 3 di Dar bel Nous-sayr. Morto nel 1631, Capoussi fu venerato per i suoi miracoli e la sua tomba nel cimitero di Bassatine era meta di pellegrinaggio.

Advertisements

Leave a comment

No comments yet.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

  • Daily Alert News

  • THE GARISSA GENOCIDE AND THE PLIGHT OF KENYAN SOMALIS SINCE “INDEPENDENCE”.

  • Political Analyst & Expert in East Africa politics Moment History Society

  • Xisbiga Xuriyadda

  • Taariikh nololeedkii Imaam Axmad Gurey

  • taariikhda sheekh xasan barsane oo kooban

  • Reflections on the life and learning of Prof. Said Samatar

    Professor Said Samatar who died February 24, 2015

  • Recent Posts

  • Truth to Power

  • Wall Truth

  • RSS osservatore romano – Google News

    • This RSS feed URL is deprecated December 16, 2017
      This RSS feed URL is deprecated, please update. New URLs can be found in the footers at https://news.google.com/news
    • VATICANO/ Qual è il vantaggio di una "newsroom" rispetto all ... - Il Sussidiario.net December 15, 2017
      Il Sussidiario.netVATICANO/ Qual è il vantaggio di una "newsroom" rispetto all ...Il Sussidiario.netIl cambiamento nel settore media si sta facendo più accelerato e intenso ovunque. Anche in Vaticano. Dove la parola d'ordine è razionalizzare.FarodiRoma Biotestamento. L'Osservatore Romano è pacato: "legge ...Farodiroma (Comunicati Sta […]
    • Media vaticani, Viganò: una redazione unica per tutti i canali - La ... - La Stampa December 13, 2017
      La StampaMedia vaticani, Viganò: una redazione unica per tutti i canali - La ...La StampaTra pochi giorni il lancio in versione “beta” del portale www.vaticannews.va. Da gennaio l'accorpamento de L'Osservatore Romano. «Il Papa è d'accordo»Mons. Viganò: «Social, tv, giornale e radio: così cambiano i media ...Corriere della SeraEcco come saranno […]
    • Perché secondo l'Osservatore Romano sul fine vita il Papa innova - Formiche.net November 18, 2017
      Formiche.netPerché secondo l'Osservatore Romano sul fine vita il Papa innovaFormiche.netAffannarsi a tener bordone alle strumentalizzazioni politiche spremute dalle parole che Papa Francesco ha consegnato al convegno ospitato in Vaticano sul fine-vita? Il netto del discorso di Jorge Mario Bergoglio va accolto per quello che è: non una ...
    • Società: card. Bassetti su L'Osservatore Romano, disoccupazione ... - Servizio Informazione Religiosa December 7, 2017
      Società: card. Bassetti su L'Osservatore Romano, disoccupazione ...Servizio Informazione ReligiosaNel “vissuto quotidiano dell'Italia” sono presenti diverse forme di povertà, “ma sono almeno tre le emergenze che fanno suonare un campanello di allarme”. Lo scrive il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia–Città della Pieve e presidente ...a […]
    • Papa Francesco: Vian (“L'Osservatore Romano”), “l'importante è che ... - Servizio Informazione Religiosa December 7, 2017
      Servizio Informazione ReligiosaPapa Francesco: Vian (“L'Osservatore Romano”), “l'importante è che ...Servizio Informazione Religiosa“L'importante è che 'il messaggio arrivi'”: “La prima risposta del Papa nella conversazione con i giornalisti, consueta durante il volo di ritorno nei viaggi internazionali, va ben oltre la questione dei […]
    • L'Osservatore Romano: dedicato al potere simbolico del corpo ... - Servizio Informazione Religiosa December 1, 2017
      L'Osservatore Romano: dedicato al potere simbolico del corpo ...Servizio Informazione Religiosa“Donne Chiesa Mondo”, il mensile de “L'Osservatore Romano”, dedica il numero di dicembre a “Il potere simbolico del corpo delle donne”. In copertina la celebre immagine della donna che in Louisiana, durante gli scontri fra afroamericani e polizia, sola .. […]
    • Siria, l'incontro Assad-Putin visto dall'Osservatore Romano - Formiche.net November 22, 2017
      Formiche.netSiria, l'incontro Assad-Putin visto dall'Osservatore RomanoFormiche.netIn Siria le operazioni militari contro i terroristi si stanno avvicinando alla fine ed “è arrivato il momento di lavorare per una soluzione politica della crisi”. È quanto ha dichiarato ieri il capo di stato russo Vladimir Putin rivolgendosi al ...altro »
    • Bestemmia in tv: L'Osservatore Romano contro la Rai - Taranto in Diretta (Blog) December 15, 2017
      Bestemmia in tv: L'Osservatore Romano contro la RaiTaranto in Diretta (Blog)“L'Osservatore Romano”, il giornale del Vaticano, si scaglia contro la Tv di Stato con un titolo violento: «Fuori controllo». «La televisione, pubblica o privata che sia, per acquisire una dimensione social a tutti i costi rischia di divenire uno ...
    • Frate Emiliano e la frase del Papa: “Non sparlate degli altri” - Rete8 December 16, 2017
      Rete8Frate Emiliano e la frase del Papa: “Non sparlate degli altri”Rete8Frate Emiliano Antenucci incontra il Papa e gli dona una copia dell'Icona della Vergine del Silenzio. Il Pontefice vi scrive dietro: “Non sparlate degli altri” e la pone nel Palazzo Apostolico. Frate Emiliano è da un anno e mezzo circa guardiano del ...
    • Anche il Vaticano punta sulla trasformazione digitale - 01Net December 15, 2017
      01NetAnche il Vaticano punta sulla trasformazione digitale01NetDal primo gennaio il percorso si completerà con l'accorpamento dell'Osservatore Romano, del Servizio Fotografico e della Tipografia Vaticana. La diffusione dei contenuti avviene secondo un approccio complementare ai media. Questo approccio è stato ...I mass media del Papa dal 31 dicembr […]
  • RSS avvenire – Google News

    • This RSS feed URL is deprecated December 16, 2017
      This RSS feed URL is deprecated, please update. New URLs can be found in the footers at https://news.google.com/news
    • La vicenda. Abusi, la Curia di Milano: false ricostruzioni su un caso ... - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itLa vicenda. Abusi, la Curia di Milano: false ricostruzioni su un caso ...Avvenire.itReplica a un articolo che chiama in causa l'attuale arcivescovo Delpini e il vescovo Tremolada. "Nessuna copertura, ma intervento immediato". Vittima un quindicenne. Il prete è sotto processo. L'ingresso dell'arcivescovado di Milano in piaz […]
    • Biotestamento, ecco cosa prevede la nuova legge. E cosa non va - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itBiotestamento, ecco cosa prevede la nuova legge. E cosa non vaAvvenire.itOgni persona maggiorenne in previsione di una futura malattia che la renda incapace di autodeterminarsi può, attraverso le Dat, le disposizioni anticipate di trattamento, esprimere le proprie preferenze sui trattamenti sanitari, accettare o rifiutare ...altro »
    • Australia: pedofilia tragedia nazionale. Le richieste alla Chiesa - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itAustralia: pedofilia tragedia nazionale. Le richieste alla ChiesaAvvenire.itLa Commissione d'inchiesta che dal 2012 indaga su decine di migliaia di casi: il 60% delle vittime in ambito religioso. «Si rivedano le regole sul celibato»Malcolm Turnbull - WikipediaWikipediaIl Papa: “Non firmerò mai la grazia ai pedofili”In Terristutte le notizie ( […]
    • Televisione. «Sarà Sanremo», i giovani in gara per un posto al ... - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itTelevisione. «Sarà Sanremo», i giovani in gara per un posto al ...Avvenire.itSedici giovani si sfideranno in diretta da Villa Ormond, ma solo sei di loro avranno la possibilità di esibirsi sul palcoscenico del Teatro Ariston. Il boom di “X Factor” con la vittoria di Licitra. Il palco dell'Ariston nell'edizione di Sanremo 2017 ...altro » […]
    • Il killer di Budrio. Spari e 3 morti: preso in Spagna Igor «il russo» - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itIl killer di Budrio. Spari e 3 morti: preso in Spagna Igor «il russo»Avvenire.itL'uomo ha ingaggiato un conflitto a fuoco con la Guardia Civil prima d'essere arrestato. In Italia aveva già commesso due omicidi. Spari e 3 morti: preso in Spagna Igor «il russo». Ha sparato e lottato fino alla fine Igor “il russo”, il killer di ...altro » […]
    • Indonesia. Terremoto a Giava. «Crolli e vittime» - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itIndonesia. Terremoto a Giava. «Crolli e vittime»Avvenire.itLa magnitudo è stata di 6.5 e la scossa è stata sentita per 20 secondi anche nella capitale Giacarta. Allerta tsunami, poi revocata. Una casa gravemente danneggiata dalla scossa sismica (Ansa). La forte scossa di terremoto di magnitudo 6.5 registrata ...altro »
    • Il viaggio / 6. A Beirut una sartoria per ricucire le esistenze delle ... - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itIl viaggio / 6. A Beirut una sartoria per ricucire le esistenze delle ...Avvenire.itNel vecchio palazzo a Sad el-Baouchriyé, nord di Beirut, anche Sara, 64 anni, sposta lenta gli scatoloni pieni di vestiti. Con lei altre compagne di lavoro organizzano quello che alla Boutique sociale di Arc en ciel, la più importante Ong libanese ...altro »
    • No, non è un bel giorno. La legge sulle Dat, i soldati in Niger - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.itNo, non è un bel giorno. La legge sulle Dat, i soldati in NigerAvvenire.itPerché è del tutto chiaro che esse intendono raddoppiare la barriera frettolosamente e imperfettamente costruita nel Mediterraneo di fronte alla Tripolitania e alla Cirenaica per sigillare le violenze e le sopraffazioni dei rinchiusi nei piccoli e ...altro »
    • Editoria cattolica, guai e gioie: Famiglia Cristiana digiuna, Avvenire ... - Affaritaliani.it December 15, 2017
      Affaritaliani.itEditoria cattolica, guai e gioie: Famiglia Cristiana digiuna, Avvenire ...Affaritaliani.itPer Famiglia Cristiana i tempi d'oro sono finiti. In una crisi generalizzata, l'unico giornale cattolico che dia buoni risultati, per ora, è Avvenire. I numeri.altro »
    • «Sulle Dat faremo obiezione di coscienza» - Avvenire - Avvenire.it December 15, 2017
      Avvenire.it«Sulle Dat faremo obiezione di coscienza» - AvvenireAvvenire.itIl direttore dell'Ufficio nazionale di pastorale della salute: valutazione non positiva. Nasceranno contenziosi, si lascia morire chi soffre. Una norma sul fine vita poteva essere utile, ma non questa.altro »